Assegno di assistenza

Anche se per essere riconosciuto come invalido civile basta superare la percentuale del 33%, per ottenere l’assegno mensile di assistenza la percentuale sale al 74%.

Gli altri requisiti necessari per ricevere l’assegno sono:

età compresa tra i 18 e i 65 anni e 3 mesi;

non avere un impiego;

reddito annuo personale inferiore ai 4.800,38 euro.

 

Pensione di inabilità

Non bisogna confondere l’assegno mensile di sussistenza con la pensione di inabilità, la quale invece spetta al soggetto al quale viene riconosciuta l’invalidità totale e permanente nella misura del 100%.

Anche in questo caso l’età del beneficiario deve essere compresa tra i 18 e i 65 anni, mentre il reddito annuo non deve superare i 16.664,36 euro.

 

Indennità di accompagnamento

Agli invalidi civili che hanno bisogno di continua assistenza l’INPS riconosce l’assegno di accompagnamento, per il quale nel 2018 l’importo ammonta a 516,35 euro mensili.

Tra i requisiti non figurano limiti di età, mentre la percentuale di invalidità non può essere inferiore al 100%.

Inoltre, per richiedere l’indennità di accompagnamento è necessario che oltre all’invalidità il beneficiario non sia in grado di deambulare senza l’aiuto di una terza persona.

Non la possono richiedere gli invalidi per cause di guerra, di lavoro o di servizio che percepiscono un’analoga indennità, né coloro che si trovano gratuitamente in una struttura sanitaria o in un istituto.

 

Altri benefici

Ci sono poi degli altri benefici che variano a seconda della percentuale di invalidità. Eccone alcuni esempi:

invalidità al 33,33%: agevolazioni sull’acquisto di protesi e altre strumentazioni mediche;

invalidità al 46%: diritto all’iscrizione al collocamento obbligatorio per le categorie protette per chi ha un’età compresa tra i 18 e i 55 anni;

invalidità al 51%: diritto al congedo per cure;

invalidità al 67%: esenzione del ticket sanitario.

 

Tabelle invalidità civile 2018

In quale misura sono erogati i suddetti benefici? Quali sono gli importi? Per rispondere dobbiamo analizzare la circolare INPS 186/2017, con la quale sono stati pubblicati i nuovi importi per pensioni e assegno di accompagnamento, con i relativi limiti di reddito.

Ecco la tabella con gli importi aggiornati:

Inizio modulo

Fine modulo

 

Tipologia beneficio

Categoria

Importo (2018)

Limite di reddito (2018)

Pensione

Ciechi civili assoluti

305,56 euro

16.664,36 euro

Pensione

Ciechi civili parziali

282,55 euro

16.664,36 euro

Pensione

Invalidi civili totali

282,55 euro

16.664,36 euro

Pensione

Sordi

282,55 euro

16.664,36 euro

Assegno mensile

Invalidi civili parziali

282,55 euro

4.853,29 euro

Indennità mensile frequenza minori

 

282,55 euro

4.853,29 euro

Indennità di accompagnamento

Ciechi civili assoluti

915,18 euro

Nessuno

Indennità di accompagnamento

Invalidi civili totali

516,35 euro

Nessuno

Indennità comunicazione

Sordi

256,22 euro

Nessuno

Indennità speciale

Ciechi ventesimisti

209,51 euro

Nessuno

Assegno

Ciechi decimisti

209,70 euro

8.011,78 euro

 

Lavoratori con Drepanocitosi o talassemia major

507,42 euro

Nessuno